Scambi per migliorare l’integrazione

di Stefano Savoldi

Si concluderà a fine mese il progetto Meet 2IN – Meeting e training in Europa verso nuove forme di integrazione fra pubblico e privato sociale finanziato dal progetto europeo FAMI 2014-2020.

Obiettivo generale del progetto è stato promuovere e aumentare la conoscenza tra gli operatori del privato sociale e del pubblico con riferimento a politiche di integrazione e scambio di buone pratiche rivolte ai cittadini di Paesi terzi accolti nel territorio. Centrale, inoltre, lo sviluppo di modelli di intervento sociale focalizzati sulla realizzazione di politiche di integrazione e coesione sociale. Tre gli ambiti esplorati: inclusione abitativa, sostegno formativo e lavorativo, inclusione sociale e finanziaria, quest’ultima promossa con Banca Etica.

Se nel primo triennio erano state coinvolte le Caritas di Firenze, Agrigento e Trieste, a partire dal 2018 fino a oggi hanno preso parte al progetto anche Caritas Lecce e, per Caritas Diocesana di Brescia, la Cooperativa Kemay, la realtà che segue i progetti di microaccoglienza dei richiedenti asilo attivati nelle Comunità parrocchiali.

Obiettivi specifici sono stati: favorire lo scambio a livello europeo e nazionale su politiche, modelli e pratiche innovative, attraverso training e study visit volte a sviluppare nuove forme di integrazione tra pubblico e privato; costruire e sperimentare un modello di integrazione nelle tre aree tematiche, da applicare all’interno dei servizi già promossi dai partner di progetto; promuovere attività di formazione e condivisione dei risultati.

Causa le limitazioni per la pandemia da Covid-19, negli ultimi tre anni si sono potuti realizzate training e study visit solo ad Helsinki, Lisbona, Vienna, Barcellona, Lecce e Brescia. I risultati del progetto sono stati presentati in un evento online di disseminazione nazionale tenutosi lo scorso 12 luglio. Nella mattinata del 26 luglio, nella sede della Cooperativa Kemay in p.zza Martiri di Belfiore n. 4, si terrà invece l’incontro per la disseminazione locale dei contenuti e un confronto sulle best practices acquisite.

Tag per l'articolo