Giornata del Pane – edizione da.TE

Sarà un tempo di Avvento certamente diverso: l’emergenza sanitaria ci ha costretto ormai da diversi mesi ad una nuova normalità.
Però sarà anche un tempo di Avvento in linea con la tradizione: come ogni anno, infatti, nella prima domenica di Avvento (29 novembre) torna la proposta della Giornata del Pane. La forma sarà naturalmente rimodulata, per essere in linea con la normativa vigente, ma questo non ne snaturerà l’essenza. Le comunità sono infatti invitate al gesto della benedizione del pane che, in questa edizione da.TE, verrà portato da casa dai fedeli. Pertanto non ci sarà al termine delle celebrazioni la distribuzione del pane benedetto ai fedeli; ognuno porterà da casa il pane che durante la celebrazione verrà benedetto, per poi essere condiviso a tavola, in famiglia.
L’espressione scelta “da.TE”, spiega il direttore don Maurizio Rinaldi, “implica un impegno personale di Dio e personale di ognuno; nella forma plurale vorrebbe suscitare un senso comunitario da riconoscere, celebrare e vivere nel segno della carità.”
Espressione della carità della comunità sarà pertanto la destinazione delle offerte, raccolte il questa giornata secondo le modalità che ogni comunità riterrà opportuno, alla Comunità di Vita Casa Betel, una struttura di accoglienza per donne sole, in situazione di fragilità e di emarginazione, che proprio in questo anno ricorda di 20° anniversario di fondazione.