BresciaCaritas Newsletter n° 5/2020
Se non visualizzi correttamente la newsletter, clicca qui.

DO.MANI alla Speranza

La Chiesa bresciana guarda già al dopo. È nata l’esigenza di istituire un Fondo Diocesano di Solidarietà a sostegno delle povertà di prima soglia e dei servizi alla fragilità, ma anche delle famiglie e del mondo del lavoro. In occasione del Giovedì Santo il Vescovo Tremolada si è rivolto direttamente ai sacerdoti e ai diaconi facendo appello alla loro generosità che andrà a sommarsi a quanto metterà a disposizione Caritas Diocesana.
Qui sotto è disponibile la documentazione che regola il funzionamento del fondo:

Le modalità per contribuire al fondo:

  • con bonifico bancario avente come beneficiario la Diocesi di Brescia
    IBAN: IT63C 03111 11236 0000 0000 3463
    Causale: FONDO SOLIDARIETA’ COVID-19
  • con assegno bancario da consegnare all'Ufficio amministrativo della Curia diocesana indicando come beneficiario “Diocesi di Brescia - Fondo Solidarietà Covid-19

 

Mano Fraterna in tempo di Covid-19

Nel periodo di emergenza rimangono in essere le forme di sostegno previste nell'iniziativa Mano Fraterna di Caritas Diocesana, che potrà offrire una risposta più ampia ai bisogni di persone e famiglie aggravati dal Covid-19.

Le informazioni su queste iniziative (Microcredito Sociale, Ottavo Giorno, Fondo Briciole Lucenti, Sostegno all'occupazione - oltre al Centro di ascolto Porta Aperta) sono dettagliate nel documento allegato.

 

Giovani in Servizio Civile in prima linea

A partire dal 16 aprile 2020, oltre 23.000 giovani impegnati nei progetti di servizio civile sono tornati in servizio attivo in tutta la penisola. Molti progetti, sospesi nelle prime fasi dell’emergenza Covid-19, sono stati riavviati grazie ad un piano straordinario concordato tra le rappresentanze degli enti di accoglienza e il Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile.

All'interno del gruppo di giovani servizio civilisti inseriti nei progetti promossi da Caritas Diocesana di Brescia, alcuni in realtà non si sono mai fermati: tra questi, Davide, Giovanni e Michael, che hanno continuato a prestare il loro servizio presso la Mensa Menni, garantendo anche con il loro apporto la distribuzione quotidiana dei pasti ad oltre 180 persone. A loro si aggiungono Daniele, Gabriele, Michele, Niccolò e Luca che hanno collaborato alla riapertura della base logistica alimentare “Ottavo Giorno”, rimasta temporaneamente chiusa nelle prime settimane di emergenza.

Dall'approvazione del piano straordinario, Caritas diocesana si è messa al lavoro per far rientrare in servizio gli altri giovani coinvolti nei quattro ambiti di intervento. Alla data del 16 aprile, tutti e 34 giovani hanno ripreso l’attività: 22 operanti in strutture residenziali hanno ripreso le attività sul campo. Altri 4, impegnati in CAG e oratori, cercano di supportare da remoto i minori in difficoltà con la didattica online. Altri 8 giovani hanno accettato di rimodulare i loro progetti a causa della temporanea impossibilità degli enti di riaccoglierli: chi a supporto della Mensa Menni, chi all'Ottavo Giorno, chi presso alcune Caritas parrocchiali, chi ancora in progetti e attività che saranno sviluppati da remoto.

 

Operatività degli uffici

Gli uffici di Caritas Diocesana di Brescia tornano parzialmente operativi a partire dal 4 maggio. Fino a nuova comunicazione, l'accesso agli uffici sarà comunque regolamentato su appuntamento.
Per qualsiasi esigenza invitiamo pertanto a contattarci telefonicamente. Il centralino 030 3757746 sarà attivo tutte le mattine, da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 13.00. Nel pomeriggio, da lunedì a venerdì alle 14 alle 18, resterà attivo il numero per le emergenze 345 0712427.

 

Se non desideri più ricevere "BresciaCaritas Newsletter", manda un'email a caritas@caritasbrescia.it

Seguici anche su Facebook: Caritas Diocesana di Brescia | Volontari giovani Caritas Brescia