logo Giubileo della Misericordia

Giubileo della Misericordia

Misericordia è fonte di gioia, di serenità e di pace, è condizione della nostra salvezza.
Misericordia è la parola che rivela il mistero della SS. Trinità.
Misericordia è l’atto ultimo e supremo con il quale Dio ci viene incontro.
Misericordia è la legge fondamentale che abita nel cuore di ogni persona quando guarda con occhi sinceri il fratello che incontra nel cammino della vita.
Misericordia è la via che unisce Dio e l’uomo, perché apre il cuore alla speranza di essere amati per sempre nonostante il limite del nostro peccato.

Papa Francesco, Misericordiae Vultus, n.2 

 

Attraversare. Passi di Luce

Anche per raggiungere la Porta Santa a Roma e in ogni altro luogo, ognuno dovrà compiere, secondo le proprie forze, un pellegrinaggio.
Esso sarà un segno del fatto che anche la misericordia è una meta da raggiungere e che richiede impegno e sacrificio.
[MV 14]

Passi di Luce prende le mosse da questa sollecitazione, e dall'invito di Papa Francesco: "Portate la fiamma dell'amore misericordioso di Cristo".
Passi di Luce è una proposta del Seminario di Brescia e Caritas Diocesana di Brescia che si colloca nell'insieme delle iniziative per il Giubileo della Misericordia. Sabato 2 e domenica 3 aprile 2016 (Domenica della Divina Misericordia), alcuni gruppi di pellegrini hanno percorso, a piedi o in bicicletta, 7 itinerari che si snodano nella diocesi, portando con sé una luce; lungo questi percorsi hanno incontrato luoghi e realtà della misericordia fino a raggiungere una delle Chiese giubilari nella mattinata di domenica.

 

Altri appuntamenti sono seguiti a questa esperienza di pellegrinaggio.

Sabato 14 maggio presso il Centro Pastorale Paolo VI, il mandato della Luce è stato consegnato a ottanta rappresentanti dei Centri di ascolto, a conclusione del percorso formativo “Insieme, la risorsa della partecipazione” organizzato in seno al Collegamento dei Centri di ascolto: un mandato da vivere e da moltiplicare nelle caritas e nelle comunità di appartenenza.

E ancora, venerdì 3 giugno presso il Seminario Diocesano (via delle Razziche, 4 – Brescia) un nuovo appuntamento di “Passi di Luce”: padre Ermes Ronchi e Marina Marcolini hanno presentato “Esodi e incontri” una proposta di riflessione sul tema della vita come cammino. La serata è stata introdotta anche alcune brevi testimonianze dei pellegrini che sabato 2 e domenica 3 aprile 2016 (Domenica della Divina Misericordia) hanno accolto l’invito "Portate la fiamma dell'amore misericordioso di Cristo" (Papa Francesco) e hanno percorso sette itinerari, a piedi o in bicicletta, portando la luce a chi opera e vive la misericordia, lasciandola come segno nelle case e nelle chiese giubilari, perché accolta e ridonata, si diffonda.

Passi di luce dunque continua, così come continua il desiderio e la responsabilità di tener viva la luce della Misericordia, che si alimenta di gesti di comunione, di incontri, di esperienze di fraternità. Il prossimo appuntamento di Passi di Luce è fissato per sabato 8 ottobre, in occasione del Convegno Diocesano delle Caritas Parrocchiali.

Per approfondire, ascolta l'intervista di don Alessandro Tuccinardi a Radiovoce oppure visita il sito del Seminario di Brescia.
Materiale da scaricare:

Avvento di Carità 2015: Misericordia è Lievito di Pane 

All'insegna della Misericordia è stata la proposta dell'Avvento di Carità 2015. Misericordia è Lievito di Pane, "una forza che da vita" (Angelus, 9 giugno 2013). Una forza che non è gesto isolato, ma che si dispiega nel tempo, che avvia processi, che genera cambiamenti. Per questo il sostantivo (misericordia) si fa verbo (misericordiare), a indicare l’azione, il dinamismo, l’esperienza. In questa prospettiva, a partire dalla Misericordiae Vultus, "aprire | riscoprire | attraversare | diventare", sono i quattro verbi che hanno accompagnato la proposta dell’Avvento di Carità 2015 e che hanno introdotto all’Anno giubilare.

 

Casa del Misericordiare

Nel corso della conferenza stampa di presentazione delle iniziative per il Giubileo della Misericordia nella Diocesi di Brescia (9 dicembre 2015), sono stati illustrati i dettagli della Casa del Misericordiare (ex Seminario), l’opera-segno dell’Anno della Misericordia a cui è stata finalizzata la Giornata del Pane 2015.
Per approfondire, leggi lo speciale pubblicato da "La Voce del Popolo".

 

Riscoprire. Uno strumento per so|stare 

Vogliamo vivere questo Anno Giubilare alla luce della parola del Signore: Misericordiosi come il Padre. L’evangelista riporta l’insegnamento di Gesù che dice: «Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso» (Lc 6,36). È un programma di vita tanto impegnativo quanto ricco di gioia e di pace. L’imperativo di Gesù è rivolto a quanti ascoltano la sua voce (cfr Lc 6,27). Per essere capaci di misericordia, quindi, dobbiamo in primo luogo porci in ascolto della Parola di Dio. Ciò significa recuperare il valore del silenzio per meditare la Parola che ci viene rivolta. In questo modo è possibile contemplare la misericordia di Dio e assumerlo come proprio stile di vita. [MV 13]

Riscoprire vuole essere uno strumento per so|stare in questo anno giubilare: raccoglie le Illuminazioni della Parola del Vescovo Luciano Monari durante i Convegni delle Caritas Parrocchiali:

  • Tracce di comunità | At 2, 42-47 | At 4, 32-35
  • Rimanete in me e io in voi | Gv 15, 4-17
  • Scendere all’incontro con Dio | Gv 14,1-12
  • La generatività di un incontro | Lc 1, 39-45